torna alla homepage
Corsi
Presentazione
Piano di studi »
Dettagli »
Selezioni e rette »


Dove lavorano i nostri studenti diplomati Master?


Informazioni pratiche
sui corsi di Accademia
»


I video della presentazione
del Corso
Responsabile Scientifico: Alex Giordano & Mirko Pallera

Oggi si sente sempre più spesso parlare di marketing non-convenzionale, di marketing alternativo, di future o edge marketing, di mezzi alternativi di comunicazione. Parole come word-of-mouth, viral marketing, guerrilla, ambient advertising, marketing tribale sono passate dall'essere astruse definizioni di eccentrici guru del marketing d'oltreoceano ad oggetto di pubblicazioni scientifiche, di seminari e corsi di aggiornamento e specializzazione per i professionisti e di molte tesi di laurea in scienze della comunicazione.

Il fatto è che il marketing sta necessariamente cambiando, adeguandosi ai rapidi mutamenti della società. La diffusione di massa della Grande Rete ha accelerato il passaggio a quella che molti definiscono società dell'informazione o network society. Internet ha amplificato all'ennesima potenza le peculiarità della società postmoderna, rendendo necessaria una revisione delle vecchie teorie del marketing in parte ormai superate.

Ci troviamo di fronte ad uno scenario che è mutato: un nuovo paradigma di riferimento (una società che segna una discontinuità rispetto alla precedente), un sistema in crisi (quello industriale-televisivo, che ha permesso lo sviluppo dei grandi brand globali), e un nuovo pubblico non più di "consumatori", che diventano sempre maggiormente consapevoli e produttori di contenuti, oltre che di senso, riappropriandosi di un potere prima in mano solo alle aziende.

Come ha insegnato Michel Mafessoli, la postmodernità - intesa come sinergia tra "arcaismo" e sviluppo tecnologico -, proprio sulla scia della diffusione di massa delle tecnologie ha riportato in auge dinamiche antiche. È così che il marketing non-convenzionale deve la sua ragion d'essere al principale e più ancestrale meccanismo di diffusione delle idee: il passaparola (word-of-mouth), da sempre riconosciuto come la forma più potente di pubblicità.

Gli strumenti, le teorie e le tecniche finora utilizzati dagli uomini di marketing si dimostrano sempre più inadeguati ad intercettare persone sempre più impermeabili ai messaggi pubblicitari. Il marketing della nuova era vede il passaggio dall'advertising - che puntava a persuadere i consumatori - all'advertainment, vale a dire ad una comunicazione di marca che punta ad intrattenere il pubblico, sempre più spesso a stupirlo, per stimolare la conversazione e innescare i meccanismi di diffusione virale.

E ancora, dal broadcasting al narrowcasting: vale a dire dall'emissione di messaggi ad una massa indifferenziata verso forme e mezzi di comunicazione sempre più tribali, che si rivolgono solamente alle persone più interessate e influenti.

Dalla pianificazione di campagne pubblicitarie sui mezzi di comunicazione di massa, il media planning si passa al media hunting, in cui tutto può essere un potenziale veicolo della comunicazione e dove i mini-media, contrapposti ai mass-media, assumono un ruolo rilevante e strategico.

L'obiettivo formativo del Master è quello di costruire un profilo professionale capace di intuire e gestire i mutamenti della società fluida in cui siamo immersi, attraverso un approccio metodologico innovativo che coniughi sensibilità creativa e strategia, partendo delle singole esperienze/attitudini degli studenti.

Obiettivi formativi
- Acquisire la consapevolezza della quotidianità liquida in cui sono immersi;
- Maturare un'acuta sensibilità verso i segnali deboli della società al fine di riconoscere, decodificare ed utilizzare i nuovi trend emergenti della contemporaneità;
- Acquisire la consapevolezza che i mercati sono conversazioni e riuscire a prendere parte ad esse tramite gli strumenti tecnologici (e non solo) a propria disposizione;
- Acquisire le competenze necessarie per poter utilizzare in modo strategico i nuovi mezzi e metodi di comunicazione non convenzionali, da soli o integrati con campagne di comunicazione/advertising di taglio classico;
- Acquisire le competenze necessarie per condurre in maniera mirata e strategica campagne creative low budget per prodotti o servizi on/off line.


Approfondisci: Piano di studi | Dettagli | Selezioni e rette




Fondazione Accademia di Comunicazione - Via Savona 112/A - 20144 - Milano
telefono +39 02.92.882.211 - telefax +39 02.92.88.22.30 - info@accademiadicomunicazione.org - PIva 05777210963
torna su ^